La nostra storia

Certosa Volley nasce ufficialmente il 18 Dicembre 2011
Nel nuovo palazzetto di via Togliatti a Certosa di Pavia un gruppetto di 30 bambini si avvicinava per la prima volta alla pallavolo.

Nessuno poteva immaginare che dopo solo 3 anni di vita la nostra società sarebbe arrivata ad avere:

la prima Squadra partecipante al campionato regionale di Serie C
la seconda Squadra partecipante al campionato regionale di Serie D
una Squadra partecipante al campionato provinciale di 1 Divisione
una Squadra partecipante al campionato provinciale di 2 Divisione
una Squadra partecipante al campionato provincialedi 3 Divisione

Per non contare tutto il settore giovanile del Certosa Volley al gran completo,

Una Squadra partecipante al campionato provinciale di Under 18
Una Squadra partecipante al campionato provinciale di Under 16
Due Squadra partecipante al campionato provinciale di Under 14
Una Squadra partecipante al campionato provinciale di Under 13
Una Squadra partecipante al campionato provinciale di Under 12,
Tre Squadra partecipante al campionato provinciale di Under 12 3×3
Due gruppi di Minivolley
Un gruppo di Coccinelle

per un totale di circa 200 tesserati. portandoci ad essere tra le società con più tesserati della provincia Pavese.

Tutto questo grazie a quelle persone che nel Certosa Volley lavorano con passione, ogni giorno, per raggiungere nuovi obiettivi.

Max & Anna

Facebook

Che sia quello del cielo, quello del mare, quello dei nostri colori societari o quello della nazionale, a noi l' #azzurro piace sempre! 💙

Saluti speciali dalle azzurre Elena Pietrini, Paola Egonu, Miriam Sylla e Ofelia Malinov! 🇮🇹💪🏼

Grazie ragazze! 🏐

#fincheilcuorebattesicombatte #certosavolley #piccolecampionessecrescono #fipavlombardia #fipavpavia #fipav #uybagiovani #under18 #Under16 #under14 #under13 #under12 #certosavolleychepassione #stagione2019/20 #proudofyou #sport #volleyballplayers #pallavolo #unitipercrescere #losportcheamiamo #wheredreamscometrue #instavolleylombardia #sportlife #volley #followus
... See MoreSee Less

17 hours ago

A TU PER TU CON FEDERICO DI TOMA

Dopo la sua ufficializzazione come nuovo direttore tecnico, andiamo a conoscere più da vicino Federico Di Toma. Nella prossima stagione sarà lui a guidare le formazioni di U16 e U18 e il coach è già al lavoro per completare i vari roster.

- Per chi non ti conoscesse, raccontaci qualcosa di te, pallavolisticamente e non:
"Vengo da Rho, in provincia di Milano, ma risiedo ormai da alcuni anni a Modena con la mia compagna e due figli. La mia carriera di allenatore è iniziata nei primi anni 90 grazie ad un esperienza nell'oratorio dove allenavo una squadra di bambine di U13. Poi un amico che lavorava in federazione mi ha convinto a fare un passo in avanti e, nel 1992, ho iniziato ufficialmente nella società di Settimo."

- Cosa ti ha convinto ad accettare la proposta di Certosa per la prossima stagione?
"Come già detto in precedenza, l'entusiasmo del presidente Max Bonfanti è stato il fattore determinante. Mi sono trovato fin da subito in sintonia con la sua filosofia di lavoro e abbiamo una visione comune sul modo di impostare e organizzare l'attività in palestra."

- Nella prossima stagione, oltre a ricoprire il ruolo di direttore tecnico, allenerai le categorie U16 e U18. Quali sono le tue aspettative per questa nuova avventura?
"Semplicemente mi aspetto di costruire delle giocatrici non soltanto dal punto di vista tecnico, ma anche, e soprattutto, da quello mentale. Mi aspetto di trovare delle ragazze motivate, con tanta voglia e determinazione nel voler migliorare e crescere. L'obiettivo principale è l'evoluzione e la crescita di tutte le atlete."

- Cosa ti piace di più delle categorie di cui ti occupi?
"L'U16 è senza dubbio una categoria stimolante perché si comincia a giocare la pallavolo "dei grandi", la rete si alza e il gioco comincia ad evolvere e ad essere più interessante. Si percepiscono proprio la crescita e lo sviluppo delle atlete che da bambine diventano adulte. L'U18, invece, è la categoria in cui la qualità del gioco è migliore e dove l'aumento di velocità della palla rende tutto più entusiasmante."

- Cosa cerchi nelle tue atlete?
"Tanta motivazione e disponibilità a lavorare con impegno e serietà. Spirito di squadra e spirito di sacrificio sono le basi di una mentalità vincente."

- Com’è il tuo rapporto con le giocatrici?
"Il mio rapporto con le atlete è diretto e schietto. È ovvio che un allenatore deve fare delle scelte perché quello è il suo compito, ma cerco sempre di non imporre il ruolo di allenatore-impositore, bensì, quello di allenatore disponibile all’ascolto per puntare ad un obiettivo comune e raggiungerlo insieme."

- Qual è l’insegnamento più grande che hai appreso durante la tua carriera da allentore?
"Che nella pallavolo nulla è scontato. Il lavoro in palestra, insieme ad entusiasmo e qualità, può portare al raggiungimento di risultati del tutto inaspettati."

- Cosa vuoi portare a Certosa?
"Semplicemente il mio modo di vedere la pallavolo e giocare a pallavolo. In generale, il mio modo di lavorare."

- Qual è il tuo motto personale?
"L'impossibile non esiste!"

Buon lavoro Federico!

Ufficio stampa
Miriam Nicchi
... See MoreSee Less

21 hours ago

A TU PER TU CON FEDERICO DI TOMA

Dopo la sua ufficializzazione come nuovo direttore tecnico, andiamo a conoscere più da vicino Federico Di Toma. Nella prossima stagione sarà lui a guidare le formazioni di U16 e U18 e il coach è già al lavoro per completare i vari roster. 

- Per chi non ti conoscesse, raccontaci qualcosa di te, pallavolisticamente e non:
Vengo da Rho, in provincia di Milano, ma risiedo ormai da alcuni anni a Modena con la mia compagna e due figli. La mia carriera di allenatore è iniziata nei primi anni 90 grazie ad un esperienza nelloratorio dove allenavo una squadra di bambine di U13. Poi un amico che lavorava in federazione mi ha convinto a fare un passo in avanti e, nel 1992, ho iniziato ufficialmente nella società di Settimo.

- Cosa ti ha convinto ad accettare la proposta di Certosa per la prossima stagione?
Come già detto in precedenza, lentusiasmo del presidente Max Bonfanti è stato il fattore determinante. Mi sono trovato fin da subito in sintonia con la sua filosofia di lavoro e abbiamo una visione comune sul modo di impostare e organizzare lattività in palestra. 

- Nella prossima stagione, oltre a ricoprire il ruolo di direttore tecnico, allenerai le categorie U16 e U18. Quali sono le tue aspettative per questa nuova avventura? 
Semplicemente mi aspetto di costruire delle giocatrici non soltanto dal punto di vista tecnico, ma anche, e soprattutto, da quello mentale. Mi aspetto di trovare delle ragazze motivate, con tanta voglia e determinazione nel voler migliorare e crescere. Lobiettivo principale è levoluzione e la crescita di tutte le atlete.

- Cosa ti piace di più delle categorie di cui ti occupi?
LU16 è senza dubbio una categoria stimolante perché si comincia a giocare la pallavolo dei grandi, la rete si alza e il gioco comincia ad evolvere e ad essere più interessante. Si percepiscono proprio la crescita e lo sviluppo delle atlete che da bambine diventano adulte. LU18, invece, è la categoria in cui la qualità del gioco è migliore e dove laumento di velocità della palla rende tutto più entusiasmante.

- Cosa cerchi nelle tue atlete?
Tanta motivazione e disponibilità a lavorare con impegno e serietà. Spirito di squadra e spirito di sacrificio sono le basi di una mentalità vincente.

- Com’è il tuo rapporto con le giocatrici?
Il mio rapporto con le atlete è diretto e schietto. È ovvio che un allenatore deve fare delle scelte perché quello è il suo compito, ma cerco sempre di non imporre il ruolo di allenatore-impositore, bensì, quello di allenatore disponibile all’ascolto per puntare ad un obiettivo comune e raggiungerlo insieme.

- Qual è l’insegnamento più grande che hai appreso durante la tua carriera da allentore? 
Che nella pallavolo nulla è scontato. Il lavoro in palestra, insieme ad entusiasmo e qualità, può portare al raggiungimento di risultati del tutto inaspettati.

- Cosa vuoi portare a Certosa?
Semplicemente il mio modo di vedere la pallavolo e giocare a pallavolo. In generale, il mio modo di lavorare.

- Qual è il tuo motto personale? 
Limpossibile non esiste!

Buon lavoro Federico! 

Ufficio stampa 
Miriam Nicchi

 

Comment on Facebook

Auguri Fede! Buon lavoro

Grande Mister.... Sono stati 2 anni Bellissimi insieme Ti Auguro il meglio...💪💪💪

COMUNICATO UFFICIALE

LA PRIMA NEW ENTRY IN CASA CERTOSA È MARTINA BRACCHI

Dopo l'ufficializzazione del tecnico Di Toma, il primo nuovo volto nel roster certosino è Martina Bracchi. In arrivo da Sassuolo, classe 2002, Martina andrà a potenziare il reparto dei posti 4.

Per chi non ti conoscesse, raccontaci qualcosa di te, pallavolisticamente e non:
"Mi chiamo Martina Bracchi, sono una 2002 e vengo da Piacenza. Sono un attaccante e l'anno scorso ho giocato nella Canovi Sassuolo in U18 e in serie B2.
Gioco da 6 anni e tutto è iniziato grazie a mia madre, ex giocatrice, che mi ha spinto a provare.
Frequento il liceo artistico e l'anno prossimo mi trasferirò all'Istituto Volta di Pavia all'indirizzo Design."

Cosa ti ha convinto ad accettare la proposta di Certosa per la prossima stagione?
"Il fatto che già conoscevo coach Federico, mio allenatore della stagione scorsa.
Ringrazio anche il mio procuratore Fabrizio Speciale che mi ha indirizzato verso questa scelta."

Quali sono le tue aspettative per questa nuova avventura?
"A livello personale, mi aspetto di crescere molto sia tecnicamente che come giocatrice."

Quali sono i tuoi punti di forza e quali insegnamenti ti porti dietro dalle tue esperienze passate?
"Il mio punto di forza è sicuramente la dedizione nell'inseguire il mio sogno ed è grazie alle esperienze passate che questa nuova avventura riuscirò a viverla al massimo delle mie potenzialità."

Qual è il tuo motto personale?
"Finché batte il cuore, finché reggono le gambe."

Benvenuta tra noi Martina!

Ufficio stampa
Miriam Nicchi
... See MoreSee Less

7 days ago

COMUNICATO UFFICIALE

LA PRIMA NEW ENTRY IN CASA CERTOSA È MARTINA BRACCHI

Dopo lufficializzazione del tecnico Di Toma, il primo nuovo volto nel roster certosino è Martina Bracchi. In arrivo da Sassuolo, classe 2002, Martina andrà a potenziare il reparto dei posti 4. 

Per chi non ti conoscesse, raccontaci qualcosa di te, pallavolisticamente e non:
Mi chiamo Martina Bracchi, sono una 2002 e vengo da Piacenza. Sono un attaccante e lanno scorso ho giocato nella Canovi Sassuolo in U18 e in serie B2.
Gioco da 6 anni e tutto è iniziato grazie a mia madre, ex giocatrice, che mi ha spinto a provare.  
Frequento il liceo artistico e lanno prossimo mi trasferirò allIstituto Volta di Pavia allindirizzo Design.

Cosa ti ha convinto ad accettare la proposta di Certosa per la prossima stagione?
Il fatto che già conoscevo coach Federico, mio allenatore della stagione scorsa.
Ringrazio anche il mio procuratore Fabrizio Speciale che mi ha indirizzato verso questa scelta. 

Quali sono le tue aspettative per questa nuova avventura?
A livello personale, mi aspetto di crescere molto sia tecnicamente che come giocatrice. 

Quali sono i tuoi punti di forza e quali insegnamenti ti porti dietro dalle tue esperienze passate?
Il mio punto di forza è sicuramente la dedizione nellinseguire il mio sogno ed è grazie alle esperienze passate che questa nuova avventura riuscirò a viverla al massimo delle mie potenzialità.

Qual è il tuo motto personale?
Finché batte il cuore, finché reggono le gambe. 

Benvenuta tra noi Martina!

Ufficio stampa
Miriam Nicchi

 

Comment on Facebook

Brava Marty 👍

Complimenti

Marco Bracchi complimenti alla tua signorina!!

Benvenuta!

Il mio più cordiale benvenuta a Certosa. Un grosso in bocca al lupo

In groppa al lupo Martina

Benvenuta Martina

Grande Marty!! Spacca!!💪

Forza Marty

Un grosso in bocca al lupo Marty 💪

Forza Marty!!!!! ❤️❤️❤️❤️

Wow che notiziona, vuoi che ci vedremo un po' più spesso?

In bocca al lupo😘

In bocca al lupo Martina🤞💪🏻

Forza Martina!@

In bocca al lupo Martina!!!

Grande Marty

Grande Marty

Dai Martina! Ti voglio bene 😘

In bocca al lupo Marti.

In bocca al lupo, sarà il tuo anno 👍🤞💪

+ View more comments

COMUNICATO UFFICIALE

La società Certosa Volley è lieta di comunicare che con il posizionamento al secondo posto (dietro solo alla società Lemen campione d’Italia Under 16) nella classifica per il bando del progetto giovane, ha ottenuto la partecipazione al campionato di serie D Regionale per la prossima stagione.
Siamo molto lieti di far partecipare la nostra futura Under 16 in un campionato cosí impegnativo come la serie D Lombarda, preludio di crescita sicura.
... See MoreSee Less

2 weeks ago

COMUNICATO UFFICIALE 

La società Certosa Volley è lieta di comunicare che con il posizionamento al secondo posto (dietro solo alla società Lemen campione d’Italia Under 16) nella classifica per il bando del progetto giovane, ha ottenuto la partecipazione al campionato di serie D Regionale per la prossima stagione.
Siamo molto lieti di far partecipare la nostra futura Under 16 in un campionato cosí impegnativo come la serie D Lombarda, preludio di crescita sicura.Image attachment

 

Comment on Facebook

Complimentiiii👍💪 Avanti cosi✌️

Inizia la stagione nuova...
Dopo la presentazione del nuovo Direttore Tecnico proseguiamo con i lavori di allestimento staff e gruppi.
Nel frattempo mandiamo questo messaggio per la nuova stagione da parte di due amici speciali...
Grazie Ivan e Luigi
... See MoreSee Less

2 weeks ago

Continua....

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi